Aggiornamenti 10/03/2021

Digital Transformation: l'Italia sta cogliendo ogni opportunità?

La digitalizzazione è un lungo processo di cambiamento delle attività di organizzazione, delle competenze, di modelli di business e delle strategie. Siamo davanti ad un cambiamento inevitabile. E per essere preparati ad accoglierlo, è necessario che gli imprenditori riescano a prendere atto che la trasformazione digitale non è una scelta, bensì una necessità. 
Digitalizzare non vuol dire solo adottare nuove tecnologie (cloud computing, big data, internet of thing, blockchain, intelligenza artificiale), ma intraprendere un cambiamento drastico nei modelli di azione fino ad oggi adottati. 

Cosa sta accadendo?
La pandemia ha sicuramente spinto le aziende ad accelerare l'investimento in ambito digitale. Prima che questa arrivasse, però, le PMI erano più restie al cambiamento le cui motivazioni possono essere ritrovate nel tessuto imprenditoriale italiano. Le PMI, infatti, sono spesso a gestione familiare e hanno un forte legame con il proprio territorio e non sono davvero inclini ad abbracciare la trasformazioneE questi ostacoli, ben radicati dentro la società italiana, rende il nostro Paese non ancora pronto ad un vero cambiamento nonostante la spinta ricevuta. 

Ma su cosa si basa la digital transformation? 

  • Cultura aziendale: il cambiamento non è solo negli strumenti, ma anche nella cultura all'interno dell'organizzazione. All'interno dell'azienda, quante persone riuscirebbero a muoversi con fluidità tra le nuove tecnologie? 

  • Customer Experience: le aziende devono imparare a parlare la stessa lingua dei clienti, raggiungendoli tramite i mezzi a loro più consegnali e offrendo il servizio migliore possibile. 

  • Innovazione: è necessario che vengano definiti gli obiettivi da raggiungere al fine di operare la trasformazione. L'assunzione di figure come l'Innovation manager o il Data Scientist, ovvero di specialisti della transizione digitale, sono i profili chiave per raggiungere questi obiettivi. 

  • Cambiamento: ogni componente dell'azienda deve essere disposto ad abbracciare il cambiamento, così da poter abbracciare insieme nuove metodologie.

  • Leadership: se la leadership di un'azienda non è disposta a cambiare, allora non lo saranno nemmeno i suoi dipendenti


Inoltre, ci sono ancora alcune tematiche che generano paura nelle aziende che devono compiere la trasformazione e diventano ostacolo all'inizio del processo:

  • mancanze di adeguate risorse finanziarie

  • impossibilità di ricavare informazioni dai dati in possesso

  • timore circa la privacy dei dati e la cyber security 


Bando Digital Transformation PMI - Mise 

A partire dalle h 12.00 del 15 dicembre 2020 è possibile partecipare al bando indotto dal Ministero dello Sviluppo Economico grazie al quale il governo italiano cerca di rispondere alla necessità di digitalizzazione sostenendo le PMI.  In particolare, possono beneficiare le piccole e medie imprese che godono dei seguenti requisiti:

  • iscritte come attive nel Registro delle imprese;
  • operano in via prevalente o primaria nel settore manifatturiero e/o in quello dei servizi diretti alle imprese manifatturiere e/o nel settore turistico e/o nel settore del commercio;
  • hanno conseguito, nell'esercizio cui si riferisce l'ultimo bilancio approvato e depositato, un importo dei ricavi delle vendite e delle prestazioni pari almeno a euro 100.000,00;
  • dispongono di almeno due bilanci approvati e depositati presso il Registro delle imprese;
  • non sono sottoposte a procedura concorsuale e non si trovano in stato di fallimento, di liquidazione anche volontaria, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la normativa vigente.

Le PMI in possesso di questi requisiti possono presentare, anche congiuntamente tra loro, purché in numero non superiore a dieci imprese, progetti realizzati mediante il ricorso al contratto di rete o altre forme contrattuali di collaborazione. 

Quali spese sono finanziabili?

Le spese ammesse devono avere come obiettivo quello della trasformazione digitale e tecnologica dei processi produttivi dell'azienda e devono avere per oggetto:

  • tecnologie abilitanti individuate nel Piano nazionale imprese 4.0 
    advance manifacturing solutions, additive manifacturacting, realtà aumentata, integrazione orizzontale e verticale, big data e analisi, cyber security, cloud, etc )
  • tecnologie relative a soluzioni tecnologiche digitali di filiera finalizzate a:
    a) all’ottimizzazione della gestione della catena di distribuzione e della gestione delle relazioni con i diversi attori;
    b) al software;
    c) alle piattaforme e applicazioni digitali per la gestione e il coordinamento della logistica con elevate caratteristiche di integrazione delle attività di servizio;
    d) ad altre tecnologie, quali sistemi di e-commerce, sistemi di pagamento mobile e via internet, fintech, sistemi elettronici per lo scambio di dati (electronic data interchange), geolocalizzazione, tecnologie per l’in-store customer experiencesystem integration applicata all’automazione dei processi, blockchain, intelligenza artificiale, internet of things.



I progetti presentati possono avere obiettivi appartenenti ad una delle due macro-categorie individuate:
  • progetti di innovazione di processo o di innovazione organizzativa
  • progetti di investimento


Le domande di accesso alle agevolazioni  potranno essere presentate esclusivamente tramite procedura informatica, a partire dalle ore 12.00 del 15 dicembre 2020.

Per accedere alla procedura informatica è richiesta l’identificazione del compilatore (legale rappresentante del soggetto beneficiario o della capofila in caso di una forma aggregata o associata) tramite il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) o la Carta Nazionale dei Servizi (CNS) o, in alternativa, mediante il sistema di gestione delle identità digitali di Invitalia. Qui puoi presentare la domanda : Presentazione domanda Invitalia




La Digital Transformation, grazie all'integrazione della tecnologia in una o più aree dell'impresa, apporta un'evoluzione non solo di tipo operativo, ma anche e soprattutto culturale. Sei pronto a cambiare ed investire nel futuro? Ormai è qui, non farti trovare impreparato!

Ciao! Ci vediamo per parlare del tuo progetto?

Recapito telefonico
Preferenza orario
Ti chiediamo il recapito telefonico e una preferenza dell'orario per chiamarti, così da organizzare il nostro appuntamento. Se non vuoi lasciarci queste informazioni, puoi scriverci all'indirizzo info@brainin.it
Descrizione
Richiesta
Nome
Cognome
E-Mail
Scrive la tua richiesta
E importante que la richiesta sia legata ai eventi o meetups, altrimenti contattaci sulla mail info@brainin.it